Audiometria: come proteggere l’udito. semplicemente. - Udilife
9443
post-template-default,single,single-post,postid-9443,single-format-standard,cookies-not-set,qode-core-1.0,suprema-ver-1.2,qodef-smooth-scroll,qodef-preloading-effect,qodef-mimic-ajax,qodef-smooth-page-transitions,qodef-blog-installed,qodef-header-standard,qodef-sticky-header-on-scroll-up,qodef-default-mobile-header,qodef-sticky-up-mobile-header,qodef-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Audiometria: come proteggere l’udito. semplicemente.

audiometria udilife roma

Audiometria: come proteggere l’udito. semplicemente.

audiometria udilife romaL’audiometria è quel particolare esame fatto da un tecnico audiometrista che permette di stabilire con esattezza la soglia di udibilità di chi lo esegue, con estrema precisione, facilità e senza alcun dolore.  L’audiometria si esegue in una cabina insonorizzata, mediante un paio di cuffie con cui il tecnico invia suoni al paziente che a sua volta segnalerà quando li percepisce.
Questo semplicissimo esame ci darà l’esatta soglia minima di udibilità. Preverrà danni permanenti all’udito ed aiuterà a mantenere questo prezioso senso in perfetta forma.

Audiometria: come funziona?

audiometria udilife roma

L’audiometria effettuata da un tecnico specializzato, appunto audiometrista si esegue inviando, mediante delle cuffie, dei suoni inizialmente con toni bassi fino a raggiungere quelli più alti. Il paziente darà ovviamente un cenno d’intesa non appena percepirà i suoni.
Con questa semplice ma precisa azione il tecnico determinerà con esattezza la soglia minima di udibilità del soggetto esaminato.
Questo esame può anche prevedere l’uso di un dispositivo applicato dietro l’orecchio allo scopo di percepire le vibrazioni che invierà poi all’orecchio interno.
 L’audiometria così fatta valuterà l’esatta funzionalità dell’orecchio esterno e di quello medio. Invece, grazie all’utilizzo del dispositivo posizionato dietro l’orecchio si otterrà con esattezza lo stato di salute dell’orecchio interno.
Questo semplice ed indolore esame ci permetterà di proteggere uno dei sensi più importanti a nostra disposizione: se sentiamo bene, partecipiamo pienamente a ciò che ci circonda: parliamo, ascoltiamo, impariamo… Abbiamo cioè una vita normale e ricca di emozioni che solo l’ascolto ci po’ donare.
audiometria udilife romaForse non tutti sanno che l’udito è il primo dei 5 sensi a formarsi. È nella sua complessità il sistema in grado di trasformare gli stimoli acustici in sensazioni uditive. Grazie a questo prezioso dono riusciamo a comunicare col mondo che ci circonda, apprezzando ogni suono.
Il buon funzionamento e la protezione di questo organo dunque è fondamentale per mantenere una qualità di vita elevata.
L’audiometria è quell’insieme di tecniche in grado di misurare l’udito. C’è l’audiometria vocale e quella tonale. Attraverso la loro applicazione è possibile definire i livelli di soglia uditiva e quindi i primi segnali di perdita uditiva. Per questo è consigliabile effettuarla ogni tanto per evitare danni successivi permanenti.
“È bene non sottovalutare i danni provocati dall’esposizione prolungata ai rumori. L’intensità del suono col tempo è in grado di danneggiare le delicatissime strutture interne dell’orecchio provocando così ipoacusia ed acufene.”
Alcuni suggerimenti per mantenere in forma il tuo udito:
Intanto, oltre ad una buona audiometria è consigliabile prestare attenzione anche a piccoli gesti quotidiani in grado di preservare al meglio il nostro udito.
  1. Evitiamo i rumori intensi o improvvisi (limitiamone l’esposizione prolungata e frequente)
  2. Se si ascolta musica con gli auricolari è bene mantenere il volume medio-basso. Un buon volume è quello che ci permette di ascoltare anche i suoni esterni.
  3. In discoteca, dove i suoni sono tendenzialmente alti (sempre) sarebbe una buona abitudine uscire ogni tanto, in modo che l’orecchio possa riposarsi.
  4. Una buona attività fisica, abbinata ad una riduzione del consumo di alcool e tabacco protegge enormemente il nostro udito.
  5. Al lavoro, se siamo in situazioni di forti rumori, è opportuno usare le cuffie protettive.
  6. Nelle immersioni subacquee bisogna fare attenzione affinché il timpano sia sempre ben protetto. Indossiamo i tappi, e poi scendiamo lentamente. Se le immersioni sono profonde è opportuno compensare adeguatamente.
  7. In aereo, nella fase di decollo ed atterraggio, può essere un buon aiuto masticare un chewingum o tenere una caramella in bocca in modo da deglutire spesso. In alcuni casi può essere una cosa buona effettuare la tecnica Valsalva per riequilibrare la pressione tra l’esterno e l’interno (tenere il naso tappato con pollice ed indice, mantenere la bocca chiusa e soffiare forte il naso).
  8. Nell’igiene quotidiana meglio usare solo acqua e sapone ed evitare i bastoncini.
 audiometria udilife roma
Poi ogni tanto fare un buon controllo dal tuo centro per l’udito di fiducia.

Fai il nostro test gratuito                          guarda le nostre promozioni

Non ci sono commenti

Siamo spiacenti, in questo momento i commenti sono disabilitati.