come funziona l'udito: per capire le cause della perdita uditiva
8062
post-template-default,single,single-post,postid-8062,single-format-standard,cookies-not-set,qode-core-1.0,suprema-ver-1.2,qodef-smooth-scroll,qodef-preloading-effect,qodef-mimic-ajax,qodef-smooth-page-transitions,qodef-blog-installed,qodef-header-standard,qodef-sticky-header-on-scroll-up,qodef-default-mobile-header,qodef-sticky-up-mobile-header,qodef-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Come funziona l’udito

Come funziona l’udito

Come funziona l’udito è utile saperlo per comprendere al meglio ogni tipo di perdita dell’udito.

Innanzitutto diciamo, in modo semplice e corretto, che l’orecchio è l’organo mediante il quale percepiamo i suoni (il cosiddetto senso dell’udito) ed otteniamo l’equilibrio statico e dinamico del nostro corpo. Quindi è importante capire come funziona l’udito perché e l’organo preposto a svolgere alcune fra le più importanti funzioni del complesso corpo umano.

Per scoprire cosa avviene all’interno dell’orecchio e quindi capire come funziona l’udito va osservata un po’ in dettaglio l’anatomia dell’orecchio.

Capire come funziona l’udito vuol dire capire ogni singola fase ed ogni fondamentale funzione delle diverse componenti.

L’orecchio è composto da tre parti principali: l’orecchio esterno, l’orecchio medio e l’orecchio interno.

 

L’orecchio esterno è composto dal padiglione auricolare, dal condotto uditivo esterno e dalla superficie laterale o esterna della membrana timpanica.

La sua delicata e strategica funzione è quella di raccogliere tutti i suoni per poi inviarli all’orecchio medio.

Tale funzione avviene mediante il passaggio nel condotto uditivo, che è un tunnel dalle pareti lisce in cui sono presenti peli, ghiandole sebacee e ghiandole ceruminose.

La secrezione di cera che avviene nel condotto uditivo serve a garantire protezione dall’ambiente esterno.

 

 

L’orecchio medio è costituito dal cavo del timpano, noto anche come membrana timpanica, dalla catena degli ossicini (martello, incudine e staffa) e dall’apparato mastoideo e la tuba uditiva (detta di Eustacchio).

Potremmo definirla una cavità situata fra la membrana timpanica che la separa dal condotto uditivo esterno e l’orecchio interno in grado di trasferire le vibrazioni del timpano al fluido dell’orecchio interno, sotto forma di onda sonora.

L’orecchio interno è la componente più profonda dell’orecchio. E’ composto dall’apparato vestibolare (o sistema vestibolare) e la coclea. Senza addentrarci troppo nelle specifiche e delicate funzioni espletate dai due organi è possibile dire che: l’apparato vestibolare è l’organo in grado di governare l’equilibrio statico e dinamico, la coclea e l’organo che decodifica gli impulsi trasformandoli in suoni.

Grazie alle funzioni svolte dalla coclea avviene la trasformazione dell’energia cinetica in energia elettro-chimica, il passaggio al lobo temporale del cervello dove qui avviene la decodificazione dell’impulso elettrico, giungendo così alla percezione del suono.

In sintesi, e senza addentrarci nei tanti particolari, possiamo dire che così funziona l’udito. Conoscere come funziona l’udito, vuol dire conoscere meglio un po’ se stessi, vuol dire porre attenzione ai mille particolari quotidiani in grado di preservarne la funzionalità, vuol dire capire cosa accade quando sentiamo meno bene, vuol dire capire come poter agire e cosa chiedere agli specialisti del settore. Sapere come funziona l’udito vuol dire proteggere la nostra salute.

Se funziona l’udito, viviamo meglio…

Per maggiori approfondimenti ti suggeriamo di richiedere un appuntamento (gratuito) nella nostra sede o prenotare un comodo e concordato screening nella nostra sede a te più vicina, o prenotarlo comodamente a casa tua, nel caso di impedimenti specifici.

 

Scegli di sentire bene. Scegli Udilife.

Non ci sono commenti

Siamo spiacenti, in questo momento i commenti sono disabilitati.