perdita dell'udito... come avviene e cosa è possibile fare
9333
post-template-default,single,single-post,postid-9333,single-format-standard,qode-core-1.0,suprema-ver-1.2,qodef-smooth-scroll,qodef-preloading-effect,qodef-mimic-ajax,qodef-smooth-page-transitions,qodef-blog-installed,qodef-header-standard,qodef-sticky-header-on-scroll-up,qodef-default-mobile-header,qodef-sticky-up-mobile-header,qodef-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

La perdita dell’udito: perdita improvvisa o indebolimento inesorabile?

La perdita dell’udito: perdita improvvisa o indebolimento inesorabile?

La perdita dell’udito può manifestarsi, di solito, in modo brusco ed improvviso oppure con un inesorabile avanzare, causa del passare del tempo o di patologie lente ed a volte inarrestabili. Si parla infatti di diverse cause e sintomi della perdita dell’udito, ma il senso è comune, nel suo rendere i soggetti affetti da questa patologia danneggiati nella loro qualità di vita.
Chi ha subito la perdita dell’udito, sa bene quale disagio possa provocare la difficoltà a comprendere il senso di una conversazione, per strada o nello schiamazzo del traffico, al telefono o durante una riunione di lavoro.
L’insofferenza verso i suoni che la perdita dell’udito comporta, si manifesta in mille modi, diversi. Dal tintinnio della tazzina del caffè, alla sofferenza verso la voce acuta di un bambino, il rombo di un motore, il volume della tv che necessariamente dev’essere sempre più alto, tutto ciò diventa sempre più un fastidio ed un disagio in grado di creare disturbi psicologici anche gravi nell’individuo.
Questi sono i primi segnali dell’ipoacusia, vale a dire la perdita dell’udito progressivo, che determina una situazione invalidante più o meno grave.

La perdita dell’udito: cosa avviene?

La maggior parte delle degenerazioni dell’udito scaturiscono dal mal funzionamento delle cellule ciliate che si trovano all’interno della coclea (orecchio interno). Queste cellule captano e convertono i suoni esterni in segnali nervosi che arrivano al cervello per essere poi decodificati. Con il passare degli anni queste cellule perdono la loro efficacia. Infatti oltre il 40% delle persone tra i 55 ed i 70 presenta forme diverse di ipoacusia. L’incidenza poi aumenta al 90% per le persone intorno agli 80 anni.
Molti pazienti descrivono la perdita dell’udito come un accadimento improvviso. Descrivono la sensazione di avere dei peli nel padiglione auricolare o un grosso batuffolo di ovatta che preme all’interno del condotto uditivo. Spesso si associano anche vertigini, acufeni e ronzii. Così come la distorsione di suoni e rumori e la diversa percezione da un orecchio all’altro. La perdita dell’udito avviene perché il suono che colpisce il padiglione auricolare viene bloccato nell’orecchio interno. Si parla in questo caso di “infarto auricolare” in quanto il segnale acustico non può essere elaborato nell’orecchio e trasmesso al cervello.

Perdita dell’udito: … la definizione medica:

“… è una sordità di percezione o “ipoacusia sensoriale” che a seconda dell’intensità può provocare un indebolimento dell’udito di entità da lieve a forte fino ad arrivare alla sordità profonda. Purtroppo la sordità improvvisa può manifestarsi a qualsiasi età”
Le medie mondiali ci dicono che oltre il 5% della popolazione globale soffre di perdita dell’udito. Parliamo di circa 360 milioni di persone, di cui 32 milioni sono bambini, con disturbi anche gravi.

perdita dell’udito: le cause?

Le principali cause sono le infezioni o le malattie croniche dell’orecchio. I traumi, alcuni fattori genetici, i farmaci che a volte possono creare danni all’orecchio ed ovviamente le lunghe esposizioni a rumori forti.
Si può avere una perdita improvvisa “sordità di percezione” e un indebolimento provocato da cause esterne. Un’esplosione, lo stress, la lunga esposizione ai rumori, l’aumento dei lipidi nel sangue che porta a un consistente accumulo di colesterolo nei vasi dell’orecchio.
La perdita dell’udito (quella improvvisa), può essere determinata anche dalle seguenti cause:
  • Infezioni virali
  • Infiammazioni croniche nella zona dell’orecchio e della testa
  • Disturbi/malattie del sistema autoimmune
  • Varie lesioni dell’orecchio
  • Tumori come il neurinoma del nervo acustico
  • Posture scorrette nella zona della colonna vertebrale cervicale
  • Disturbi cardiocircolatori
  • Disturbi psicosomatici
Quello che può sconfortare è che la perdita dell’udito quando è improvvisa può anche non avere cause riconoscibili.
Ecco quindi necessario mantenere alta la guardia ed eseguire costantemente i doverosi controlli preventivi.
Noi suggeriamo sempre un controllo con il vostro medico di fiducia ed un buon test dell’udito…

Vieni da noi, lascia che il nostro staff ti suggerisca il meglio. Lo facciamo sempre!

 

“clicca qui e prenota il tuo test gratuito adesso”

Non ci sono commenti

Siamo spiacenti, in questo momento i commenti sono disabilitati.